Main menu

Perché coloro che viaggiano ai sensi del VWP sono tenuti a fornire un numero sempre maggiore di informazioni?

Dagli eventi dell’11 settembre, il Visa Waiver Program (VWP) ha subito un’evoluzione, trasformandosi da programma di facile accesso turistico consapevole della minaccia relativa all’emigrazione economica ad un programma ben strutturato concepito per prevenirne l’abuso da parte di terroristi e altri criminali. I requisiti imposti a coloro che viaggiano ai sensi del VWP in merito alla richiesta di un permessoemesso dal Sistema Elettronico di Autorizzazione al Viaggio (ESTA) prima di mettersi in viaggio verso gli Stati Uniti sono stati introdotti ai sensi del The Secure Travel and Counterterrorism Partnership Act of 2007 (part of the Implementing Recommendations of the 9/11 Commission Act of 2007, also known as the "9/11 Act") (Pub. L. No. 110-53) con il fine di migliorare lo screening di chi proviene da Paesi idonei al programma VWP.

Il DHS deve essere versatile e vigile al fine di adattarsi alle minacce e ai pericoli che continuano ad evolversi. Negli ultimi sei anni, il DHS non ha apportato notevoli modifiche al sistema ESTA, nonostante le minacce di natura terroristica nei confronti degli Stati Uniti abbiano subito una notevole evoluzione. Il DHS ritiene che l’inserimento di campi addizionali sul proprio modulo ESTA permetterà al Dipartimento di migliorare le proprie pratiche di screening e pertanto di identificare con maggiore accuratezza ed efficacia chi potrebbe mettere a rischio la sicurezza del Paese.